Patologie

Fibromialgia

Fibromialgia

Fibromialgia: Che cos'è? 

La fibromialgia è una sindrome reumatica che interessa particolarmente l’apparato muscolare tendineo, si catatterizza da un insieme di sintomi come:

  • Rigidità dei tessuti molli
  • Dolore sordo e diffuso
  • Diminuzione della forza muscolare rendendo i movimenti lenti
  • Assenza di alterazioni degli indici infiammatori

Tale sindrome si caratterizza in due tipologie:

  • Fibromialgia generalizzata =  in cui il dolore e la rigidità muscolare si diffonde in tutto il corpo
  • Fibromialgia localizzata = dolori e rigidità si manifestano in una determinata zona del corpo quali mandibola, collo e spalla.

la fibromialgia generalizzata possiamo a sua volta suddividerlo in:

  • Primaria = variante più diffusa della fibromialgia generalizzata e che non è causata da patologie di base
  • Secondaria = causata da malattie di base quali ipotiroidismo

 

Fibromialgia: Cause? 

Si ipotizzano svariate cause a seguito della fibromialgia, come per esempio:

  • Alterazioni della perfusione sanguignia nelle aree del cervello
  • Deficit di irrorazione sanguigna dei muscoli causate da problemi del sistema neurovegetativo
  • Alterazioni di alcuni neurotrasmettitori
  • Disturbi del sonno
  • Stress psicofisico

Diversamente possiamo evidenziare la sindrome secondaria sono ben note ed essa è delle conseguenze di malattie come infezioni e ipotiroidismo.

 

Fibromialgia: Sintomi? 

I sintomi principali validi per tutte le tipologie di fibromialgia sono i dolori di tipo cronico, diffuso in tutto l’apparato locomotore e in particolare nelle regioni dove ci trovano i tendini (Tender Points), che sono posizionati alla base del collo, alla base della testa, anteriormente in prossimità dell’inserzione della seconda costola, a metà della spalla vicino al bordo.

Rilevante anche la rigidità tipica delle patologie artrosiche, e gravi problemi del sonno con difficoltà ad addormentarsi con risvegli ripetuti.

 

Fibromialgia: Cure e trattamenti? 

Data che la malattia presenta diverse caratteristiche non esiste un protocollo preciso di cura o trattamento, tra le terapie più frequentemente usate possiamo avere:

  • Riposo e fisioterapia = si inizia con un riposo nei primi giorni seguito da un programma di attività fisioterapica concordata con uno specialista.
  • Terapia farmacologica = si basa nella somministrazione di antidolorifici ed antifiammatori.
  • Terapia psicologica = serve per evitare che il paziente che non vede miglioramenti nel breve periodo divenga preda della depressione
.

PRENOTA UNA VISITA VALUTATIVA GRATUITA!
06 503 5788